Sono diventato Suo amico: ho obbedito!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Sono diventato Suo amico: ho obbedito!

Messaggio Da Amministratore il Gio Gen 15, 2009 5:19 pm

Seguire vuol dire guardare uno che ti sta davanti.
Quello che mi sta davanti è la faccia di ciò che ho incontrato e che per primo mi ha dato una spinta, mi ha dato un'idea, una voglia. Dal punto di vita esteriore è stato qualcuno, è stato l'incontro con uno (con un amico, con un prete...) in un determinato contesto (in una chiesa, in una strada, in classe a scuola, al lavoro) che mi ha fatto dire, senza pensarci:"Come è diverso questo qui!". Mi ha fatto notare una diversità, una diversità umana che aveva come caratteristica quella di corrispondere più acutamente , più profondamente al mio cuore nella sua semplicità; una diversità umana, una diversità nel vivere l'umano che io ho accusato (confusamente, più o meno confusamente, ma ho accusato) in quanto il modo di vivere di quello lì corrispondeva all'esigenza del mio cuore in modo diverso dal solito.
Comprendeva, cioè, un ideale, suscitava un immagine ideale che normalmente con gli altri con cui vivevo non mi aveva mai suscitato.
Più praticamente: quell'uomo, quell'amico... quella diversità, innanzitutto, implicava una serietà del vivere. La vita per quello lì era una cosa seria, implicava una serietà del vivere, che portava dietro di se un gusto del vivere, una volontà di fare, una utilità nei rapporti, una bontà.
Normalmente nella vita, per tutta la gente, è serio il problema dei soldi, è serio il problema dei figli, è serio il problema dell'uomo e della donna, è serio il problema della salute, è serio il problema politico: per il mondo tutto è serio eccetto la vita. Ma cosa è "la vita" più che la salute, i soldi, il rapporto tra uomo e donna, i figli, il lavoro? Cos'è la vita più di questo? Che cosa implica?
La vita implica tutto questo, ma con uno scopo di tutto, con un significato. Sono stato colpito da un modo di vivere che annunciava, che portava con se l'affermazione del significato della vita: la vita è una cosa seria con un significato; è una cosa seria, perciò è un compito di fronte a tutto il mondo, di fronte a tutto il creato, di fronte a tutti i tempi, di fronte alla storia, di fronte al tempo e allo spazio, ed è un significato ultimo, definitivo, completo.

[da "Si può vivere così?" cap.III-2. La vera obbedienza è una amicizia pag. 146/147 di don L.Giussani]
avatar
Amministratore
Admin

Maschile Numero di messaggi : 52
Età : 47
Località : Mantova
Data d'iscrizione : 21.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://scuoladicomunita.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum