La Svizzera dice no ai minareti, è polemica.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La Svizzera dice no ai minareti, è polemica.

Messaggio Da Amministratore il Lun Nov 30, 2009 7:24 pm

La Svizzera dice no ai minareti. Con un referendum, il 57% dei votanti approva la proposta della destra elevetica. E scoppia subito la polemica. In base ai risultati ufficiali, solo quattro dei 26 cantoni che formano la Confederazione ha respinto la proposta. La Lega esulta, preoccupazione dai vescovi, dal Vaticano e dal Consiglio d'Europa.

LA RUSSA BOCCIA PROPOSTA CASTELLI.
E’ una "lezione di civiltà" e ora l'Italia deve inserire la croce nel tricolore. Lo chiede il leghista Roberto Castelli, commentando i risultati del referendum in Svizzera: "Ancora una volta dagli svizzeri ci viene una lezione di civiltà. Il messaggio, che arriva soprattutto a noi che viviamo vicini a questa terra, è forte. Occorre un segnale forte per battere l'ideologia massonica e filoislamica che purtroppo attraversa anche le forze alleate della Lega".
"Non abbiamo bisogno di mettere il crocifisso all'interno della bandiera italiana, basta tenerlo all'interno della nostra cultura e della tradizione cristiana''. È questa la risposta del ministro Ignazio La Russa
al leghista Castelli.
E per l'europarlamentare leghista Mario
Borghezio è urgentissimo lanciare un referendum in Italia: moschee sì, moschee no. Una consultazione propositiva per consentire ai cittadini di esprimersi con chiarezza".


VESCOVI: OSTACOLO A DIALOGO.
Delusione dei vescovi cattolici elvetici. "Il sì al referendum aumenta i problemi della coabitazione tra religioni e culture", afferma il responsabile dell'ufficio informazione della Conferenza episcopale svizzera, Walter Mueller. "Per i vescovi la decisione del popolo rappresenta un ostacolo e una grande sfida sul cammino dell'integrazione nel dialogo e nel rispetto reciproco. Evidentemente non si è riusciti a mostrare al popolo che il divieto di costruzione di minareti non contribuisce a una sana coabitazione delle religioni e delle culture, ma al contrario la deteriora”.

CONSIGLIO D’EUROPA: PREOCCUPAZIONE.
L'assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa si è detta "molto preoccupata" per il referendum in Svizzera che vieta la costruzione di minareti, un voto che rischia di "incoraggiare i sentimenti di esclusione e di aumentare le distanze" nelle nostre società. "La decisione, pur essendo espressione della volontà popolare è fonte di profonda preoccupazione", ha dichiarato Lluís Maria de Puig, presidente dell'Assemblea parlamentare.

VATICANO: ATTENZIONE A STRUMENTALIZZAZIONE RELIGIONI.
"Bisogna stare attenti a strumentalizzare le religioni. E' una cosa che ha sempre portato frutti cattivi, velenosi". E' quanto afferma in un'intervista al 'Corriere della Sera' il direttore dell'Osservatore romano, Giovanni Maria Vian. Vian condivide la preoccupazione espressa dai vescovi svizzeri: "Non siamo riusciti a fare abbastanza per spiegare che era un referendum da respingere. Un'autocritica che dobbiamo fare tutti, religiosi e non".
avatar
Amministratore
Admin

Maschile Numero di messaggi : 52
Età : 47
Località : Mantova
Data d'iscrizione : 21.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://scuoladicomunita.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum